15-05-16 Genoa – Atalanta Fanzine N°10

15
19 maggio 2016

Abbiamo distrutto la Sud

Editoriale

Con questa fanzine si conclude un altro anno, ci sono stati alti e bassi ma soprattutto ci siamo stati noi.

Il campionato era iniziato tra i malumori di una Coppa Uefa raggiunta ma mai potuta giocare, sugli strascichi dell’inizio di una contestazione e con uno stadio totalmente spoglio dei suoi striscioni. 4

Con il passare dei mesi le cose non sono andate migliorando, il Genoa si trovava in una posizione sempre più critica della classifica e parallelamente la contestazione nei confronti di Preziosi e Gasperini andava avanti. La squadra aveva bisogno di punti per non sprofondare in quella parte di classifica da cui poi è difficile risollevarsi e noi volevamo chiarezza e rispetto da parte di una società senza obiettivi.

Nonostante la decisione di riportare i nostri colori allo stadio per dare maggiore sostegno all’ambiente, perdiamo il derby di andata in malo modo, cosi come non accadeva da anni.

Nella rabbia generale ci presentiamo al Pio e lì stipuliamo un patto con la squadra: loro avrebbero dato il massimo impegno per salvarsi e noi saremmo stati al loro fianco fino alla fine.

Ora possiamo dire che entrambe le parti hanno mantenuto la parola data, ma allora non potevamo sapere come sarebbe andata.

Intanto la contestazione proseguiva principalmente contro la società senza progetti e troppo chiacchierona, e contro l’allenatore, consenziente nei confronti di una dirigenza che non porta rispetto al Genoa e ai suoi tifosi, fino al momento in cui qualcosa cambia e anche Gasperini si allinea al nostro pensiero iniziando a chiedere che vengano fissati degli obiettivi e che venga fatta chiarezza.

Il recente striscione contro Enrico, Fabrizio e Milanetto non rappresenta un nostro cambio di posizione bensì il ribadire le falle societarie che da tempo contestiamo e cerchiamo di mettere sotto gli occhi di tutti. 3

Nonostante le nostre azioni siano state talvolta non appoggiate dal resto dello stadio, spesso strumentalizzate dai media abbiamo sempre agito e sempre lo faremo per il bene del Genoa.

La squadra alla fine si è salvata e il regalo più grande è stato il recente derby vinto in ogni dove e in ogni modo. Ci porteremo dietro questa gioia ancora per molti giorni, volevano spaccarci ma non ci riusciranno mai e cosi, uniti come solo noi sappiamo fare, ci siamo portati a casa un derby incredibili dove ci siamo stati solo noi.

Venerdì a dimostrazione di quanto conti per noi la parola data, siamo tornati al Pio per ringraziare la squadra di aver mantenuto ciò che promesso dopo il derby di andata e cosi, salvezza alle spalle, ci avviamo verso la fine di un altro anno che comunque sia andata è stato ricco di tante cose.

Se il Ferraris dopo oggi chiuderà i battenti per l’estate non sarà cosi per noi che non ci fermiamo mai e che saremo al Club in Via Armenia 5r ogni martedì oltre che, ovviamente, in ritiro e su tutti i campi per le amichevoli estive. Inoltre troverete il nostro sito sempre aggiornato per qualsiasi iniziativa o comunicazione.

Per finire salutiamo i “Secco Vive” che venerdì hanno festeggiato con la nostra presenza i loro 25 anni di storia, tutti i nostri amici e gemellati con l’augurio che verrà l’anno in cui saremo più liberi di fare, andare e di essere quello che siamo, ULTRAS!!!!!!

A Davidino un pensiero speciale, ti aspettiamo sempre e a te dedichiamo la vittoria del derby, tieni duro che abbiamo ancora tanta strada da fare insieme!!!

AVANTI ULTRAS, AVANTI 5R, AVANTI GRADINATA NORD!!!

 


 

Derby

8 Maggio 2016: un’altra data che rimarrà nella storia, una giornata indimenticabile sotto molti punti di vista.

Come tutti sanno il derby inizia già diversi mesi prima della sua data di gioco, per via dell’organizzazione delle coreografie e per il clima che si respira in tutta la città. In questa occasione però è stato scelto di non creare nessuna coreografia da parte nostra, decisione difficile che a noi è pesata tanto, perché ci tenevamo particolarmente, ma comunque dovuta e opportuna viste le critiche ricevute durante la nostra contestazione alla società, da molti non compresa. Nonostante ciò la Gradinata Nord ha fatto comunque la sua spettacolare figura: si è visto finalmente un popolo unito, un popolo che aveva voglia di riscattarsi e che aveva sete di vittoria.6

Come dice uno dei cori che più di qualunque altro ha fatto tremare l’intero stadio di Marassi… “Quello che noi vogliamo… Umiliare la Samp!!!”.

E così è stato, sia in campo che sugli spalti! Al nostro fianco, in questa grande giornata, abbiamo avuto l’onore e il piacere di avere alcuni nostri Amici, tra questi:

I ragazzi di Napoli, con la presenza di entrambe le due Curve, per la Curva B: “Fedayn”, “Secco Vive” e “Area Nord”; mentre per la Curva A: “Mastiffs”, “Sud” , “Brigata Carolina”, “Fuorigrotta”, “Fossato Flegreo”, “Masseria”.

I ragazzi Bulgari dello Spartak Varna appartenenti al“ Syndicate 12”.

I ragazzi di Cosenza con la presenza della Tribuna A con i ragazzi degli “Anni 80”e “Amantea”.

E una delegazione di ragazzi catanesi del gruppo:“Irriducibili 1991”.

Durante il pre-partita abbiamo voluto ricordare, insieme a tutti i nostri ospiti , l’anniversario della morte di Ciro Esposito esponendo uno striscione con scritto :“ Ciro vive con noi!!!”, accompagnato da cori, torce e barattoli, e i Napoletani a loro volta hanno voluto omaggiare Claudio Spagna portando insieme a noi un mazzo di fiori sotto il monumento a lui intitolato.7

Una volta pronti, decidiamo di entrare allo stadio…tutti si dispongono ai loro posti, mentre le bandiere sventolano e qualche petardo rimbomba. Si sente nell’aria … il Derby sta per iniziare! Il popolo è carico, pronto, non sta più nella pelle, aspetta solamente l’ingresso in campo dei giocatori per ruggire, scatenare l’inferno e intimorire l’avversario!

Eccoli entrare in campo…la Nord esplode!!! Ad accompagnare i cori ci pensano tamburo e megafono, che non smetteranno fino alla fine della partita, mentre torce e bandiere creano una magica atmosfera. Adesso il derby è iniziato!!!8

Per tutto il primo tempo, anche grazie ai due goal inflitti alla Samp, la Nord ha cantato incessantemente, non ha mai smesso di incitare i suoi ragazzi. Anche i lati della Gradinata, in cui di solito i tifosi fanno sentire poco la loro voce, in questa occasione hanno partecipato ad ogni nostra iniziativa, aiutandoci a creare un unico ruggito, un’unica grande voce, la voce della Gradinata Nord!9

Il secondo tempo non è da meno: la Gradinata è compatta ed entusiasmante, fino ad esplodere di gioia al goal sotto la Nord.

Ad incorniciare quel momento emozionante, ci ha pensato il gesto fatto dai ragazzi dei Figgi Do Zena che hanno esposto nel settore “cinque” uno striscione di auguri rivolto a noi del 5r, per festeggiare i cinque anni della nascita del nostro gruppo.

10Il triplice fischio sancisce la fine del Derby giocato in campo, mentre il derby degli spalti prosegue tra i colori delle nostre bandiere, con tanti altri cori e sfottò rivolti ai doriani. Successivamente, smontiamo gli striscioni appesi in Gradinata e accompagniamo i nostri amici ospiti alle proprie macchine, pronti a ripartire per le loro destinazioni, dopo aver trascorso una bellissima ed emozionante giornata insieme.

Anche il post-partita non è stato privo di godimento e ci siamo tolti qualche altra soddisfazione, tutto ciò ha reso l’8 maggio una giornata estremamente perfetta!

Siamo contenti per come sia andato questo derby. Siamo orgogliosi del popolo genoano che si è compattato creando un’unica voce che non ha mai mollato per tutta la durata della partita.

Siamo fieri di noi stessi per aver dato il nostro contributo umiliando i doriani sia in campo che sugli spalti.

Ma soprattutto siamo onorati del fatto di aver dimostrato che uniti siamo forti e che nessuno ci può fermare!

UNITI SI VINCE… AVANTI GRADINATA NORD!!!

 


Giovani 5r

Da alcuni anni a questa parte, al centro della Gradinata, si è formato un gruppo di ragazzi che sostiene il Grifone con entusiasmo e passione.

La sezione giovani di Via Armenia 5r. Siamo un gruppo di ragazzi che segue e ama il Grifone ovunque vada ovviamente la cosa che più ci accomuna è l’amore per il Genoa e per la Gradinata Nord. Tra di noi è nato un grande legame di amicizia che va aldilà dello stadio. Portiamo avanti il gruppo con il massimo impegno e devozione, vivendo quotidianamente la vita da club. Ogni martedì, per esempio, ci prendiamo il compito di gestire il club fino alla sera, quando si tiene la riunione dei gruppi della Nord. Siamo la parte dei più giovani, parte integrante di Via Armenia 5r, i pivelli come ci chiamano i più grandi, i più grandi che non mancano mai nel darci insegnamenti preziosi, di raccontarci vecchie storie. Sappiamo che saranno sempre al nostro fianco e noi saremo sempre al loro.

Nel tempo abbiamo conosciuto le tifoserie gemellate, con cui siamo sempre in contatto specialmente con i loro giovani. Di recente abbiamo passato del tempo con i fratelli di Ancona seguendo la tifoseria Dorica in due trasferte, non mancando mai al loro annuale memorial per onorare gli ultras scomparsi.

In occasione della partita Napoli – Genoa, abbiamo avuto l’occasione di legare ancora di più con i fratelli di Napoli che ci anno riservato una grandissima accoglienza e con i quali abbiamo passato insieme tutto il pre-partita.

Queste esperienze ci hanno permesso di crescere ancora di più e di mantenere vivo per il futuro il gemellaggio con queste tifoserie. Il nostro è un gruppo aperto, che spera di crescere sempre più per mantenere viva la nostra stupenda tifoseria e per sostenere il Grifone fino alla morte.


Il Club

Il club da sempre è il cuore pulsante della Gradinata Nord, la frangia della tifoseria più calda e appassionata, ma non sempre le cose sono facili, complice la repressione e leggi sempre più assurde.

Questi ragazzi hanno avuto la forza di prendere in mano una Gradinata falcidiata dalle diff11ide dopo i fatti col Siena, sono partiti in poche decine, ci hanno messo la faccia e in mezzo a mille difficoltà si sono fatti strada.

Questi ragazzi tanto “giovani” sono diventati grandi e se la Nord è tornata a ruggire come non si sentiva da tempo il merito è loro.

Grazie ragazzi perché siete il vero orgoglio del club e della Gradinata Nord, prima di essere ultras, oltre che amici, bisogna essere uomini e voi in questi anni avete dimostrato di esserlo, avete preso in spalla una gradinata nel momento più difficile della sua storia, ci avete messo la faccia, e con tanto sacrificio l’avete riportata a grandi livelli.

Continuate cosi, la strada è ancora tanta, non mancheranno le difficoltà ma uniti niente è impossibile!! Avanti 5R , unica ragione di vita!!!


Bologna -Genoa

Bologna vs Genoa Campionato di Calcio Serie A TIM 2015/2016 - Stadio Renato Dall'Ara Nella foto: tifosi genoa

DASPO:no alla reclusione per la mancata firma

Categorie